Lo stress causa di malattie

Vediamo alcuni dati sulla correlazione tra stress e malattia.

26 Marzo 2019

Tempo di lettura: 5 min.

Categoria: Spiritualità

immagine donna stressata

Nella società odierna siamo stati abituati ad un ritmo molto più rapido rispetto alle società passate.

Basti pensare a come fosse il ritmo di vita di generazioni poco prima della nostra.

I nostri nonni, probabilmente, erano alle prese con l’agricoltura e sapevano esattamente cosa dovevano fare e quando farlo, avendo il tempo per stare in famiglia e vivere il presente. Inoltre la situazione economica dell’epoca era differente perchè permetteva, avendo un impiego, di avere gli introiti necessari per poter sopperire a tutte le necessità senza impieghi aggiuntivi.

Attualmente invece giriamo alla velocità della luce grazie alla tecnologia e grazie all’avanzamento che abbiamo avuto negli ultimi 100 anni. Inoltre non si hanno le stesse basi economiche di un tempo, oggi bisogna reinventarsi e “lottare” per creare il proprio spazio.

L’idea che si è inserita nel tempo.

Attualmente abbiamo una società impegnata nello scalare “i gradini” per arrivare alla vetta di una piramide capitalistica; questo perchè nel tempo si è inserita l’idea di dover sempre avere di più e ottenere di più, anche per necessità visti i cambi che sono avvenuti nel tempo a livello economico.

Quindi è semplice trovare persone proiettate a pensare totalmente al futuro, ai problemi e costantemente preoccupate quasi incapaci di viversi il presente, quello che hanno e i loro affetti.

Non è fatta eccezione per il lavoratore comune che ha sempre meno sicurezze, conti da pagare, preoccupazioni e a volte scarsi strumenti per gestire lo stress generato.

Anche chi per esempio gestisce scarsamente le emozioni puó essere preda di pesante stress.

Abbiamo svolto una ricerca per capire quanto lo stress possa influire sulle persone ricercando fonti autorevoli e dati tangibili.

Il risultato da abbastanza da pensare.

Stress come possibile causa indiretta di varie patologie.

Ecco cosa pensa il sito www.cancer.gov ente governativo della ricerca sul cancro.

Lo stress psicologico descrive ciò che le persone sentono quando sono sotto la pressione mentale, fisica o emotiva. Sebbene sia normale sperimentare qualche stress psicologico di tanto in tanto, le persone che ne soffrono ad alti livelli o che lo sperimentano ripetutamente per un lungo periodo di tempo possono sviluppare problemi di salute (mentali e / o fisici).

Come reagisce il corpo?

Il corpo risponde alla pressione fisica, mentale o emotiva rilasciando ormoni dello stress (ad esempio epinefrina e norepinefrina) che aumentano la pressione sanguigna, accelerano la frequenza cardiaca e aumentano i livelli di zucchero nel sangue. Questi cambiamenti aiutano una persona ad agire con maggiore forza e velocità per sfuggire a una minaccia percepita.

La ricerca ha dimostrato che le persone che soffrono di stress intenso e a lungo termine (cioè cronico) possono avere problemi digestivi, problemi di fertilità, problemi urinari e un sistema immunitario indebolito. Le persone che soffrono di stress cronico sono anche più inclini a infezioni virali come l’influenza o il raffreddore e ad avere mal di testa, disturbi del sonno, depressione e ansia.

Può causare il cancro?

Sebbene lo stress possa causare una serie di problemi di salute fisica, l’evidenza che possa causare il cancro è debole. Alcuni studi hanno indicato un collegamento tra vari fattori psicologici e un aumentato rischio di sviluppare il cancro, ma altri non lo hanno fatto.

Legami apparenti tra stress psicologico e cancro potrebbero manifestarsi in diversi modi. Ad esempio, le persone sotto stress possono sviluppare certi comportamenti, come il fumo, l’eccesso di cibo o il consumo di alcol, che aumentano il rischio di cancro della persona. O qualcuno che ha un parente con il cancro può avere un rischio più elevato per il cancro a causa di un fattore di rischio ereditario condiviso, non a causa dello stress indotto dalla diagnosi del membro della famiglia.

Questo è quello che riportano, potete leggere alcune informazioni da questo sito.

La correlazione è stress psicofisico che si trasforma in abitudini malsane e quindi può portare ad un aumento del rischio di cancro.

Può causare stati di depressione?

Ecco un altro estratto interessante tratto dal sito www.ncbi.nlm.nih.gov.

La questione centrale sollevata in questo documento è: Può lo stress essere causa di depressione? Frase più precisa: può causare disturbi cerebrali pensati come sottostanti (in alcune forme) depressione o particolari componenti della sindrome depressiva.

Concentrandosi sul 5-HT e sugli ormoni dello stress, a questa domanda è stata data risposta affermativa, sulla base delle seguenti due considerazioni:

  1. I cambiamenti nel 5-HT e nei sistemi ormonali prodotti da stress prolungato, imitano in misura sostanziale i disturbi in questi sistemi che possono essere trasformati in depressione;
  2. Prove sostanziali indicano che il 5-HT e i disturbi dell’ormone dello stress nella depressione hanno un significato fisiopatologico e non semplicemente una conseguenza dello stato depresso o un prodotto dello stesso generato dallo stato depressivo.

Inoltre, è stata sollevata la questione se un tipo di depressione potesse essere identificato particolarmente stress-inducibile. Anche a questa domanda è stata data una risposta affermativa.

Il tipo di depressione in questione era chiamato depressione ansia / aggressività e caratterizzato su tre livelli: psicopatologicamente, biologicamente e psicologicamente.

È stato discusso il trattamento preferenziale di questo tipo di depressione.

Nello studio della depressione inducibile dallo stress, la ricerca sulla depressione biologica dovrebbe spostare l’attenzione dalla depressione di per sé alle sequenze neurobiologiche.

Il trattamento di depressioni inducibili dallo stress e in particolare la sua prevenzione dovrebbe essere orientato alla riduzione dello stress e della sensibilità allo stress, utilizzando sia mezzi biologici che psicologici.

Potete leggere l’articolo in inglese a questo link.

In questo caso si è analizzato come lo stress può ricondurre ad uno stato di depressione.

Ovviamente gli esempi riportati sono solo due rispetto a quello che lo stress può causare. Infatti tra le ricerche più influenti e sulla base degli studi coinvolti si trovano correlazioni con le seguenti patologie.

Acne, ulcere, perdita di capelli, ansia, dolori al petto e aumento di rischio di infarto.

 

Lo stress come influisce sulle relazioni

Lo stress da lavoro é correlato a sbalzi di umore che possono rovinare le relazioni.

Anche il lavoro contribuisce molto all’accumulo di stress e questo può diventare causa di sbalzi di umore. Non sono da sottovalutare le situazioni che sciupano il lavoratore che avrebbe bisogno di un periodo di riposo ogni tot ore di servizio. Gli orari estenuanti o gli sforzi fisici troppo frequenti al lavoro possono essere un bel “impiccio”.

Non è raro ritornare a casa da lavoro ed essere più suscettibili a qualsiasi evento. Questo perchè si necessita di dovuto riposo e ristoro ma, è più difficile, nel caso di famiglie con figli piccoli. Statisticamente in questa fase si interrompono circa il 20% delle relazioni ma non è tutto.

Un matrimonio infelice o un problema di tipo economico causare stress cronico.

Anche in questo caso lo stress può insorgere. Non è raro lo sviluppo di stress cronico nelle persone con problemi economici che, prese dai pensieri negativi, sviluppano questa forma di stress. Anche nei matrimoni infelici può accadere la stessa cosa.

Lo stress è uno stato di tensione fisica ed emozionale che può essere indotto da qualsiasi situazione che richiede uno sforzo supplementare. Infatti è per noi un segnale che viene attivato nel momento in cui viene richiesto “di più” o “una azione”.

C’è chi lo può sviluppare attraverso pensieri negativi orientati al futuro (le preoccupazioni) oppure con il giudizio di se stessi (tendenza ad essere cattivi con se stessi). Ma ci sono molti altri modi che possono stimolare lo stress, analizziamo le fasi.

Bisogna distinguere due fasi importanti dello stress:

1-Fase di disturbo

In questa fase vi è un elemento esteriore che causa dello stress.

2-Fase di Ansia

Questa fase è secondaria allo stress e avviene in mancanza dell’elemento esteriore. Avviene esattamente dopo che il disturbo non c’è più.

Analizzandole si può comprendere in quanti più casi si possa sviluppare.

Dermatite da stress

(Lo stress da lavoro è correlato anche all’orticaria da stress)

La dermatite da stress non è facile da individuare, perchè richiede di scartare altre possibilità prima di essere scoperta. L’Infiammazione della pelle, il prurito e rossore infatti sono comuni in tutte le tipologie di dermatite. La dermatite infatti può favorire anche la comparsa di “brufoli” sul volto in età adulta. È uno sfogo dello stress sulla pelle. Agisce come qualcosa che “trattiene”o “sfoga” lo stress in quel determinato punto. Può colpire praticamente tutto il corpo dal viso fino ai piedi e non é da confondere con le allergie che possono sembrare simili.

 

Come diminuirlo.

Lo stress, tra le molteplici cause che può avere, è anche causato da convinzioni che lo inducono. Abitudini non espresse, mancato tempo per se stessi, mancata attività fisica, giudizio verso se stessi o gli altri, rifiuto conscio o inconscio di se stessi e degli altri, non accettazione di determinate situazioni, persone o il non accettarsi. In maniera indiretta si può associare anche all’alimentazione che riporta alla non accettazione di se stessi o non piacersi. Tuttavia le soluzioni facilmente applicabili per ridurlo sono:

  • Praticare sport, yoga, arti marziali o danza regolarmente.
  • Avere del tempo libero per se stessi.
  • Meditazione e/o Spiritualità.
  • Apprendere di più sul tema e utilizzare esercizi e strumenti forniti dalla Psicologia odierna.
  • Cambiare modo di vedere le cose.
  • Curare ferite del passato consce e inconsce.
  • Vivere il presente, non il passato che non c’è più e non il futuro che ancora non esiste. Seppur mantenendo l’essere previdenti e svolgere le attività quotidiane (ma con un ottica diversa).
  • Leggere di più sul tema e affidarsi a qualche specialista in caso di stati cronici.

Se acquisterai libri online da questo link ci permetterai di sostenere questo blog.

Se ti fa piacere seguici anche su Facebook

Ritorna alle Categorie