Riequilibrando.it

Come gestire le emozioni efficacemente

Alcuni consigli da applicare per avere delle basi sulla gestione efficace delle proprie emozioni.

1 Giugno 2020

Tempo di lettura: 5 min.

Categoria: Relazioni

immagine di una persona che esprime più emozioni


Esistono a oggi varie tecniche che insegnano alla persona come gestire le emozioni che fanno nascere in essa abitudini adeguate per incanalare lo stress di tutti i giorni, le insicurezze e i disturbi che possono far perdere l'entusiasmo e affievolire le energie, smorzandone le capacità, la creatività e la pazienza in determinate situazioni. Ne avevamo parlato anche tempo fa in questo articolo.

È innegabile che siano una parte essenziale della tua vita e l'obiettivo da raggiungere non è quello di reprimerle o annullarle ma di riuscirle a regolare attraverso la gestione emotiva, per poter condurre una vita piena di opportunità e soddisfazioni.

Secondo la neuropsicologia, un soggetto normale riesce a elaborare mediamente 6 mila pensieri ogni giorno. Tra questi, il 95% è rappresentato da pensieri simili a quelli dei giorni precedenti mentre una fetta minore è composta da pensieri relativi alla settimana trascorsa.

Imparare a gestire le emozioni e pensare in modo diverso col fine di modificare il tuo atteggiamento verso certe situazioni, idee o altre persone, non è una cosa per niente facile, questo è ovvio. Questa difficoltà deriva dal fatto che nessuno nasce con la consapevolezza di cosa siano e di come gestire le emozioni.

corso per gestire le emozioni

Wayde Goodall diceva che non è la situazione di difficoltà a farci vacillare ma il modo in cui reagiamo a questa.

Per tutta l'infanzia e spesso anche oltre, si comunica e si reagisce a molti stimoli piangendo, fin dai primi istanti di vita ed è infatti così che si viene al mondo: piangendo.

Tutto questo dura fino a quando qualcuno ci dice che non si deve più piangere e lo fa dicendo che per essere forti e non mostrare debolezza non bisogna piangere. Spesso questo insegnamento viene assimilato e si adotta nelle situazioni quotidiane, reprimendo la rabbia e lo si fa in modo dogmatico, perché così è stato insegnato senza però dare altre spiegazioni.

I modelli da seguire diventano quelle figure forti ed eroiche che non si lasciano sopraffare dalla paura, che non perdono mai la pazienza, che non si arrabbiano, riducendo la minimo i modelli da seguire per assumerne il controllo della gestione delle emozioni, sia nei bambini che negli adulti.

Come spiega il direttore del laboratorio della Standford University di psicofisiologia, James Gross, saper adottare tecniche idonee per la gestione delle emozioni nella vita quotidiana, è la chiave che aiuta a prevenire disturbi gravi come quello della personalità borderline o perfino di malattie quali la depressione.

È maggiormente in questi casi che il controllo delle emozioni e dei pensieri che si aggrovigliano nella tua mente può diventare un mezzo per vivere in salute e nel benessere fisico e mentale.

Tecniche per imparare a gestire le emozioni

Esistono molte tecniche per il controllo delle emozioni. Prima di scoprire quali sono, divagando tra varie dinamiche, concetti, pensieri, proposte e punti di vista che possono essere trovati in svariate fonti editoriali, è necessario chiarire una cosa che devi tenere bene a mente: la gestione delle emozioni è frutto di un lavoro personale di apprendimento che è indispensabile per poter creare un insieme di strumenti specifici per te stesso. Questo perché gli strumenti che funzionano per te, non è detto che siano altrettanto validi per qualcun'altro e viceversa.

D'altronde, per molti è facile credere che iniziando con la mindfulness, uno degli strumenti a disposizione, si possano risolvere tutti i problemi di cui si soffre. Il problema è che la meditazione non è adatta a chiunque, non tutti sono in grado di trovare quella calma mentale e fisica di cui c'è bisogno per la gestione emotiva, per il controllo dell'ansia e per tenere a bada tutte le preoccupazioni mediante tecniche 'alla moda' e che funzionano con buona parte delle persone.

Il metodo ideale è quello di trovare un obiettivo multidimensionale, un percorso nel quale stabilire un'armonia tra aspetto fisiologico e cognitivo, emotivo e del comportamento, col fine di raggiungere un solo proposito, ossia quello di trarne calma, maggiore concentrazione mentale e più in generale, benessere.

A seguire trattiamo in modo più specifico i 5 punti da seguire tra i più efficaci, per capire come gestire le emozioni. Puoi provarli tutti in modo da trovare quello che più si adatta al tuo caso ma soprattutto alla tua personalità.

  1. Gestione delle emozioni: quali situazioni affrontare e quali evitare

    Com'è facilmente intuibile, la gestione delle emozioni non sempre possibile perché non sempre si può controllare gli eventi che accadono durante la giornata. Nonostante ciò, alcune di queste situazioni dipendono da te e sono sotto il tuo controllo e proprio per questo puoi decidere se metterle in atto o meno, valutando in quale caso ci guadagneresti di più in termini di benessere.

    Se per esempio, fare le cose di fretta perché ti sei svegliato all'ultimo ti porta stress già dalle prime ore del mattino e questo si trasforma poi in un malessere generale al lavoro che si ripercuote sul tuo rapporto con i colleghi e perdura per tutto il giorno, basta che ti svegli un po' prima dandoti la possibilità di fare le cose con più calma.

    Se l'idea di fare un pranzo con la tua famiglia riunita ti genera tensione e ansia, potresti scegliere di passare la tua giornata in modo diverso e fare qualcosa che invece ti porti gioia e benessere, magari passandola con qualcuno con cui hai piacere di condividere le cose che ti piacciono, oppure dedicandoti un giorno tutto per te.

    Attenzione però., questo metodo non è applicabile in ogni caso: per esempio, non puoi sottrarti dal mostrarti a lavoro, in pubblico o privarti dal prendere un aereo. Queste scelte potrebbero infatti causare più ansia rispetto alle sensazioni che proveresti scegliendo di affrontare queste situazioni.

  2. Come concentrare l'attenzione verso altro

    Ci sono molte cose che possono darti fastidio: un tuo collega ha avuto successo dove tu hai fallito, un tuo amico ha avuto risultati migliori in palestra o ha perso più peso di te, il mezzo sul quale ti trovi sta correndo troppo e pensi che potresti avere un incidente, i media non fanno altro che pubblicare fatti di cronaca e brutte notizie e tutto ciò porta ad altri crimini...

    Se nella tua mente trovi spesso questi pensieri ti ritrovi continuamente sotto tensione, in preda alla paura, riduci la tua autostima e potresti perdere il controllo della realtà che ti circonda. Per avere il controllo della gestione delle emozioni devi distogliere lo sguardo da ciò che ti genere ansia e paura, allontanarti dalla complessità di quella situazione e guardare dentro te stesso.

    Riporta tutto in equilibrio prendendoti cura di te, ascoltati, fai di tutto per pensare a qualcosa di positivo e costruttivo nella tua vita.

  3. Pensare al futuro prossimo per aumentare il controllo di sé stessi

    Here and now è il motto che viene insegnato a chi vuole capire come gestire le emozioni. Il 'qui e ora' però non è sempre applicabile, ragione per la quale ti diamo una valida alternativa. Pensa al tuo futuro prossimo, senza andare troppo in avanti, per esempio pensa a domani o tra una settimana.

    Il timore e lo stress che stai vivendo è nel presente, la tua frustrazione è 'qui e ora'. Ecco un caso in cui devi pensare al domani.

    Pianifica degli obiettivi a breve termine che ritieni facilmente raggiungibili: voglio ottenere questo risultato entro due giorni, voglio acquisire maggiore sicurezza, maggior coraggio, voglio prendere questa decisione entro una settimana.

    Ponendoti degli obiettivi facili nel futuro prossimo ti sentirai inoltre più motivato ad agire ora per poterli raggiungere.

    Riafferma i tuoi successi passati. Alcuni dei tuoi obiettivi futuri potrebbero essere raggiunti mettendo in pratica metodi di esperienze vissute. Lo hai già fatto una volta, quindi perché non dovresti riuscire una seconda, una terza e così via?

  4. corso per gestire le emozioni
  5. Concentrare le emozioni in un momento specifico del giorno

    Uno noto filosofo disse che i pensieri non arrivano quando lo desideriamo noi, ma quando vogliono loro. Quanto affermato da Nietzsche è applicabile anche per le preoccupazioni.

    Lo stress e le paure sono come corvi in attesa sul tetto delle tue paure per gracciarci sopra aumentando quel senso di oppressione e spegnere il tuo ottimismo e lasciarti nel buio.

    Riprendi il controllo: ogni volta che una preoccupazione si presenta alla tua porta, lasciala fuori. Anche se continua a bussare, falla attendere. In quel momento sei debole e non puoi gestirla, non puoi trattenerla per sempre, prima o poi entrerà. Quello che però puoi fare è decidere in quale momento farla entrare e se ne scegli uno in cui sei più forte, potrai gestirla.

    Scegli quindi un momento specifico della giornata per gestire tutte le tue preoccupazioni. Ti renderai conto che di tutte quelle che hanno bussato alla tua porta, saranno in poche a essere rimaste quando deciderai di aprirla per affrontarle.

  6. Valutare qual è la cosa peggiore che potrebbe accadere

    Pensare a un licenziamento, a un debito che non puoi pagare, alla possibile infedeltà del partner può condurti verso una strada senza uscita dove lentamente ti consumi.

    L'errore consiste nel continuare ad alimentare questi pensieri senza pensare a ciò che potrebbe succedere se questa cosa si realizzasse.

    Se ti licenziano puoi sempre avere più tempo per te e magari avere l'occasione per iniziare un progetto a cui stavi pensando.

    Se hai dubbi sul tuo partner cerca di mettere le cose in chiaro e assicurati che le tue paure non siano fondate e se lo sono, la fine di un rapporto non è la fine di tutto. Può essere l'occasione per ritrovare te stesso o la persona veramente giusta.

    Se non puoi saldare un debito c'è sicuramente qualcuno disposto ad aiutarti, per esempio la tua famiglia, oppure puoi vedere qualcosa per recuperare parte dei soldi.

Questi sono solo alcuni dei punti che puoi mettere in pratica per gestire le tue emozioni e se vuoi conoscerne di più, visita questa pagina.

Se acquisterai libri online da questo link ci permetterai di sostenere questo blog.

Seguici su Facebook

Ritorna alle Categorie