Riequilibrando.it

Diversi cammini spirituali possono portare a risultati simili.

Possiamo intraprendere il cammino spirituale che preferiamo ma vi sono degli insegnamenti universali.

26 Marzo 2019

Tempo di lettura: 5 min.

Categoria: Spiritualità

immagine lavorare su se stessi

Se sei una persona che ha a che fare con la spiritualità e hai testato diverse correnti e metodologie, ti sarai sicuramente accorto che:

-Nella miriade di stili, informazioni e derivanze differenti delle conoscenze spirituali che vengono tramandate da millenni, i punti in comune sono moltissimi. In questo articolo facciamo un viaggio tra le varie correnti spirituali ed evidenzieremo i punti in comune. Troveremo all'interno sia correnti spirituali religiose che quelle meno religiose e più “mistiche” passatemi il termine. Cominciamo.

Nuova Spiritualità Cristiana.

Questa corrente la inserisco per prima perchè è la scuola dalla quale siamo rinati, per poi prendere il nostro cammino spirituale personale, che include un po' più elementi di diverse correnti. Se non fosse stato per questa “Scuola Cristiana” non avremmo raggiunto i risultati che oggi possiamo dire che ci hanno cambiato completamente e non ci saremo liberati di molte dinamiche interiori che, ancora oggi in diversi contesti, ne notiamo fortemente la differenza con un pizzico di “sollievo” per il gradino già superato.

In questa corrente spirituale che prende radici nell'antichità per poi evolversi in maniera moderna all'interno del Cristianesimo possiamo evincere che il focus principale è quello basato su concetti come:

  • Amare il prossimo come te stesso, Perdonare in ogni circostanza, Sviluppo di Empatia una volta superate le barriere “terrene” e profonda accettazione della relatività della perfezione oltre al non giudizio (cosa molto diversa nella religione Cristiana pura che tende a giudicare praticamente sempre tutti quelli che non la pensano nello stesso modo).

Ora ti spiego meglio cosa intendo.

Amare il prossimo

È semplice ma difficile allo stesso tempo, ma quando si parla di questo concetto è abbastanza chiaro a tutti di che cosa comporti, tuttavia non sempre viene assimilato questo concetto in tutta la sua profondità perchè amare il prossimo è veramente un concetto molto profondo. Questa differenza di profondità viene data da come chi pratica assimila il concetto e dalla dispozione dell'individuo. Infatti amare il prossimo coincide anche con cose che normalmente una persona impegnata (come tutti) non è disposta a fare per il suo simile. Esempi molto semplici e terreni potrebbero essere:

-Aiutare economicamente qualcuno che veramente ti chiede aiuto e ne ha bisogno, oppure Aiutare con la spesa la vecchina brontolona che in realtà non ami, interessarti profondamente a qualcuno ed aiutarlo nei suoi processi interiori. Ha molto a che vedere con il servizio agli altri, ma senza mai dimenticare il servizio anche a se stessi perchè anche amare se stessi è un concetto molto profondo come allo stesso tempo è 100% pratico.

Come nuova spiritualità Cristiana si possono vedere per esempio i gruppi di “cellule” che vengono formati per l'impartizione di queste conoscenze prendendo riferimento dalla Bibbia. Questi concetti poi vengono letti sulla Bibbia con occhio “spirituale” non letterale e vengono poi trasmessi de assimilati con il tempo. Il nostro cammino in questo ambiente è durato circa 3 anni nei quali alla fine siamo usciti davvero rinnovati.

Perdonare in ogni circostanza.

Mmmm quando si parla di perdono le persone scuotono già la testa. Sapete è normale avere delle ferite nel trascorso della nostra vita, nell'infanzia, nel matrimonio. È normale. Chi non ha ferite probabilmente non è di questo pianeta. Ma quanti hanno veramente il coraggio di perdonare profondamente e completamente? Cioè sciogliere completamente quell'emozione negativa che ti vibra dentro con il solo pensiero di un accadimento o una situazione spiacevole in particolare.

Questa dote del perdono ha a che fare molto con tante altre “diramazioni”. Non mi dilungherò nel spiegarle perchè ci vorrebbe un libro non un articolo di blog. Ma è strattamente correlato con l'empatia (inteso come comprendere il prossimo), la sincerità con se stessi (mettere in luce i lati oscuri) e rendersi conto della problemática perchè generalmente non siamo abituati a mettere il focus in questi termini verso noi stessi. Che cos'è che causa in me un comportamento piuttosto che un altro? Che cosa mi spinge a reagire in un modo piuttosto di un altro? Anche qui possiamo collegarlo ad altre sfaccettature. Infatti il perdono rimane sempre uno dei migliori inizi per liberarsi di pesi non indifferenti e poter rinascere con un nuovo se.

Non giudizio

Questa è la base che cambia radicalmente la corrente spirituale che passa da un antico modo di essere rigido ad un nuovo metodo empatico, leggero, sottile e amorevole. Se giudichi ti stai precludendo molte esperienze positive che potrebbero essere per te di vitale importanza. Dai cambiamenti nella vita quotidiana al scegliere di provare una nuova professione o perseguire una vocazione. In Italia ora si soffre molto del male che può portare il giudizio. Perchè chiude le porte ai cambiamenti in ogni cosa. Se si impara a non giudicare (eh si puoi impararlo) si apre un mondo completamente diverso da quello che si viveva prima.

Spiritualità New Age.

Nella spiritualità New Age si possono includere moltissime delle correnti “esotiche” o “mixate” estrapolate e reinventate sulla base di Sciamani, persone che hanno il focus sugli spiriti, altri sulle energie sottili e alcuni prendono anche radici religiose più disparate. Ma anche qui si può notare che la diversità in realtà non è molta. In genere queste correnti vengono lanciate da entità singole che poi a seconda di come si muovono sul “mercato” hanno poi un impatto più o meno positivo.

Guarda caso, cosa viene insegnato in queste correnti? A perdonare, a non giudicare, ad amare il prossimo, ecc... Poi magari uno ci arriva spiegandoti il karma, l'altro ci arriva spiegandoti i debiti energetici verso le azioni che compiamo ma il succo qual'è? Lo stesso.

Ma quindi, vale così tanto la pena fare la guerra tra fazioni che insegnano le stesse cose ma in chiave diversa? E poi se fai la guerra come in una fazione sei realmente una persona spirituale? Oppure la persona spirituale tende semplicemente a non giudicare dalle apparenze?

Il nostro pensiero a riguardo è che ancora una volta il marketing vince. Se andassimo ad approfondire ad esempio anche la spiritualità Buddhista oppure altre realtà completamente diverse dalla stessa, tra le righe potremo scorgere comunque questi concetti e sono li chiari e sotto l'occhio di qualsisi lettore che guarda con occhio spirituale e non letterale. Puoi decidere anche di leggere dei testi Ebrei e quindi? Cosa ne verrebbe fuori? Le stesse cose... Ovviamente questo articolo va molto sui temi generici della spiritualità e concetti pratici che si possono applicare, ma non c'è solo quello (volutamente non approfondiamo l'invisibile in questo articolo). Parlare di più mondi differenti non può essere racchiuso in un solo articolo sulla Spiritualità. Non è fisicamente possibile.

Bisogna ammettere che le verità sulla spiritualità sono molteplici e vi è una relatività in tutte le cose. Molti magari non lo notano perchè per loro è peccato guardarsi attorno.

Nessuno ha la verità spirituale più profonda, ma ne può possedere quanti più pezzettini è disposto ad aggiungere alla sua lista di conoscenza, con la pratica e lo studio. Niente di troppo mistico.

Chi si rinchiude nel proprio credo spirituale semplicemente sta scegliendo il suo cammino personale. Quello che lui vede più idoneo e che sente in quel momento che è la via giusta. Ma la verità completa della spiritualità non ce l'ha nessuno. Infatti è molto comune vedere che, per esempio, una persona è molto forte in una determinata area e poi carente di altri aspetti che teoricamente sono basici nella pratica spirituale che segue e magari negli stessi aspetti che sta cercando di insegnarti (vedi il giudizio in diversi individui).

Ma in ogni situazione tutto ciò va rispettato a prescindere e anche dove secondo noi c'è una mancanza. Perchè siamo qui per vivere il nostro cammino personale e non quello degli altri. Come non siamo qui per forza per vivere il cammino spirituale dei nostri antenati del passato, ma sicuramente possiamo imparare molto da loro. La chiave di volta sicuramente si potrebbe raggiungere assieme. Tutti uniti. Ma è una cosa che finchè non sarà sconfitto il giudizio e le barriere della religione, non potrá avvenire. Tu cosa ne pensi? Se hai delle similitudini da far notare tra correnti spirituali, scrivici una mail andremo sicuramente ad informarci sull'argomento e lo commenteremo assieme. Buona spiritualità a tutti.

Se acquisterai libri online da questo link ci permetterai di sostenere questo blog.

Se ti fa piacere seguici anche su Facebook

Ritorna alle Categorie